Home » Spiagge e Luoghi » Formentera. Una perla nel Mediterraneo

Formentera. Una perla nel Mediterraneo

Libera traduzione di un articolo di Amparo Arias.

L'articolo originale

Situata al sud di Ibiza, Formentera è l’isola abitata più meridionale dell’arcipelago delle Baleari e, insieme a Ibiza e altre isolotti minori, forma l’arcipelago delle Pitiuse. Vista su una mappa, i suoi 83 kmq la fanno apparire come un’isola molto piccola e sono in molti a pensare che un giorno sia sufficiente per visitarla.

Ma basta sbarcarci per rendersi conto che non è così. È una isola con una propria personalità e una geografia irregolare e una natura molto diversificata. L’immensità del mare impreziosisce il suo territorio e i suoi cammini gratificano con bei paesaggi chi le dedica un po’ di tempo per esplorarla.

Le saline di Formentera

Sono tanti i visitatori che ogni anno tornano sicuri di scoprire qualche angolo nuovo o chissà che siano loro stessi a tornare cambiati… Perché senza dubbio da quando gli hippy americani la scoprirono negli anni 60, è diventata per molti una paradiso raggiungibile non più in un’altra dimensione. La isola ha conservato come patrimonio alcuni valori: il rispetto  della natura, la libertà dell’individuo e la resistenza alla massificazione. Dopo gli hippy l’isola venne riscoperta dai europei (francesi, tedeschi, svizzeri, belgi, ecc.), molti dei quali non la hanno più abbandonata. Ora durante l’alta stagione il turista principale è italiano, che lo considera un destino di moda molto trendy. Però per la statistica annuale, sono i tedeschi e gli spagnoli i principali frequentatori.

Un partecipante alla Flower Power

Nel territorio spagnolo Formentera non è molto conosciuta. Qualcuno la assimila a Ibiza, “Ibiza e Formentera” perché era ufficialmente la denominazione fino a che nel 2007 si costituì il Consiglio Insulare che ottenne la gestione indipendente da Ibiza. Durante gli ultimi anni, la squadra del governo insulare ha intensificato la promozione turistica dell’isola nel territorio nazionale attraverso pubblicazioni su stampa specializzata e partecipando alle più importanti fiere nazionali dedicate al turismo… Lo spot pubblicitario della birra Estrella Damm che si girò a Formentera nella primavera estate del 2009 contribuì definitivamente a far conoscere l’isola a tutta la Spagna.

Il passato di Formentera è denso di invasioni, di pirati e di corsari e di mancanza di una popolazione stabile. Ancora è presente nei ricordi dei più anziani quando si vivevano i tempi duri durante l’economia di sussistenza basata sull’autoconsumo, il sale e la pesca. Il turismo si sviluppò in ritardo rispetto alle isole vicine, però fortunatamente si iniziava a dare maggior attenzione all’ambiente, per questo lo sviluppo turistico ha tenuto conto del rispetto dell’ambiente circostante.

Uno dei tanti tramonti strepitosi dell'isola

Nel 1992 una grande manifestazione popolare impedì che si costruisse un camping… al momento non è permesso l’accampamento libero né ci sono zone abilitate per praticarlo. Questo è un metodo per contrastare  la massificazione… a Formentera non c’è l’aeroporto si può solo arrivare dal mare. In ogni caso, non si può negare che è proprio questo isolamento ad aver permesso la conservazione del suo litorale, che costituisce al momento il suo maggior tesoro.

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

I sentieri segreti di Formentera

Passeggiare! È lo strumento che ci connette con il nostro corpo e con l’ambiente che …

7 commenti

  1. Brigitte Gómez

    Hola Stefania
    Me gustaría saber si ya conseguiste un editor español.
    Te deseo un millón de felicidades, voy a nombrar tu libro en mi twitter, podrá estar interesado alguna editora latinoamericana!
    Un besito.

  2. brigitte gómez

    Hola

    Me gustaría saber si el libro formentera non existe si hay en versión castellana, y como puedo obtenerlo.
    Gracias.

  3. ok, ti ringrazio allora. il turismo migliore è quello dei sentimenti, non quello della speculazione e del caos, io la vedo così. Ciao e grazie

  4. Ciao, non ho capito se il commento al post

    http://blog.libero.it/rigitans/7560066.html

    fosse di accordo o disaccordo con il mio post o il mio commento.
    Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *