Home » Spiagge e Luoghi » “Cerco una casa a Formentera sul mare”

“Cerco una casa a Formentera sul mare”

“Sì, anche io”. Rispondo a tutte le persone che mi scrivono per sapere dove andare a dormire (che poi io posso consigliare, ma non mi occupo di affittare case). E vorrei quella arancione e gialla che si trova più o meno al decimo chilometro.

Casa gialla al decimo km

In realtà, dormire davanti al mare, non è così semplice, anche se siamo su un’isola piccolissima. Alzarsi e tuffarsi senza prendere auto o moto è un privilegio che poche case di Migjorn posso permettersi. L’alternativa ideale per chi vuole avere “tutto comodo” (soprattutto con bambini al seguito) è affittare un appartamento a Es Pujols (che è sul mare), ma questo non soddisfa la seconda frase che si solito segue “però voglio stare fuori dal casino”. Eh ho capito. Ma non è possibile.

Es Pujols

A Formentera si sceglie un ritmo. O quello delle onde, o quello dell’estate. Il primo è quello che si trova nei pressi del Talaya, dell’hostal Santi, di Rafalet, del Pueblo Balear (e non solo).

Vista di una camera del Talaya
Pueblo Balear

Un moto ondoso che smuove l’anima, che placa i contrasti, che alimenta il prana. Qui i rumori diventano sinfonie, i colori pennellate di un artista solitario e l’aria un mix di profumi mediterranei  – rosmarino, salmastro, salvia selvatica, timo – che si rimpiangerà per tutto l’inverno. E neanche i bambini sono esenti da quello che io chiamo “spleen mediterraneo”.

Il ritmo dell’estate è quello più conosciuto: ci si alza, si pensa ai panini per il pranzo in spiaggia, magari al costume di ricambio. Leggerezza e relax. Si fa una passeggiata al porto, si mangia un gelato e se è mercoledì si fa un salto al mercatino della Mola (o domenica). La vacanza sarà comunque rigenerante e unica, perché il primo bagno nelle acque di Formentera strega un po’ tutti. Ma è un’altra cosa.

Se sapessi a chi chiederlo, io non vorrei capire dove dormire a Formentera, ma come non dormire mai: per non perdermi neanche un secondo di paradiso mentre mi trovo lì.

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Fuori o dentro stagione? Siempre!

A Formentera tutte le strade portano al mare” E.Sola Formentera è un’isola piccola, ma molto …

4 commenti

  1. é lei, la casa gialla..quanti gironi mi ritrovo a sognare di vivere li..è meravigliosa

  2. trasferirsi a Formentera?
    Costi di una villetta?

  3. ‘Se sapessi a chi chiederlo, io non vorrei capire dove dormire a Formentera, ma come non dormire mai: per non perdermi neanche un secondo di paradiso mentre mi trovo lì.’
    Concordo…..questa è la formula da ricercare!
    Se qualcuno la trova me lo faccia sapere perchè lì vicino ce ne dovrebbe essere un’altra: come fermare il tempo!
    Fermare l’orologio nella brezza di Formentera è una cosa che cerco di fare da 10 anni….ma purtroppo è impossibile…

  4. ‘Se sapessi a chi chiederlo, io non vorrei capire dove dormire a Formentera, ma come non dormire mai: per non perdermi neanche un secondo di paradiso mentre mi trovo lì.’

    vero !! di Formentera non bisogna sprecare nemmeno un minuto !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *