Home » Gastronomia » Dritte per mangiare a Formentera [parte 1]

Dritte per mangiare a Formentera [parte 1]

Essendo tornata recentemente sull’isola, ho avuto la possibilità di mangiare di nuovo alcuni piatti della cucina spagnola e isolana che adoro. Allora, ho pensato di condividere con voi alcune indicazioni, augurandomi che vi possa essere utile per orientarvi in caso di vacanza a Formentera. Per correttezza nei confronti di tanti altri ristoranti tenete presente che:

1* Ci sono tantissimi altri posti in cui mi piace mangiare;

2* Ci sono tantissimi posti che devo ancora provare e che non menziono solo perché devo ancora andarci;

PRANZO ALLA FRAGATA, Plaja Migjorn, 30 euro a persona

Paella de pescado a Formentera

paella-de-pescado2-formentera

Ho ordinato una Paella de pescado e mentre la aspettavo mangiato ali&oli (in molti ristoranti questa salsa è fatta con spicchi di aglio privi di anima – la parte centrale verde – quindi non esistono effetti collaterali). Qui credo aggiungano rispetto a quelle che trovo di solito un po’ di mostarda. Ottima comunque. Ho bevuto un Terramoll bianco, è poco profumato, e anche caro (20 euro, quando con 10 potete ordinare un verdejo, un tipo di vino spagnolo bevibilissimo). La paella era ottima. Il pesce fresco e saporito. Il gestore mi ha spiegato come la cucinano e ho scoperto che lo zafferano utilizzato è a rametti e che nel preparato che pestano, viene aggiunto un particolare peperone, rosso scuro e leggermente piccante, che rende tutto più saporito. Per finire, hierbas con hielo claramente.

vista-su-mitjorn

Pranzare con la vista di Mitjorn davanti non solo rende il pranzo indimenticabile, ma si abbina perfettamente ai piatti di pesce fresco, e ad altre prelibatezza isolane (come l’insalata payesa, che però questa volta non ho ordinato).

Fideua

CENA ALL’HOSTAL CAPRI, prezzo fideua 16 euro

Se avete già mangiato la paella in posti spagnoli, provate la fideua (al posto del riso c’è questo particolare spaghetto fino, molto diffuso in Catalunya), a me piace più di tutto. Questa volta ho provato quella dell’hostal Capri e non mi ha deluso. Le porzioni sono meno generose rispetto alla Fragata, ma la qualità è indiscutibile. La sala all’aperto è anche lontana dal chiasso notturno di Es Pujols.

DOLCE AL PEOPLE, Es Pujols

Di solito, non frequento Es Pujols. Ma fuori stagione ho avuto modo di scoprire diverse sorprese. Intanto, la novità è che lo chef scrittore Ezequiel Devoto (che nei miei libri soprannomino l’Antony Bourdain di Formentera), è entrato nello staff della cucina dell’albergo Tahiti e prepara anche alcuni dei suoi prelibatissimi dolci (era lo chef dolci del Chezz Gerdi) per il chiringuito People. Quando ci sono stata ho mangiato questo e non credo abbia bisogno di commenti:

dolce-al-people-formentera

Mi restano da provare tantissime cose, la nuova gestione del Can Vent, il Vogamari, il panino vegetariano del Sa Garrafa… ma soprattutto tanti posti validi in cui tornare, a cominciare dal ristorante Es Calò. Buon aprovecho! (continua…).

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Perché si chiama Formentera

Su quest’isola di misteri e paradossi ce ne sono diversi. La stessa spiegazione del perché …

Un commento

  1. Ma rimane il fatto che la miglior paeja la mangio dal PellIo un posto informale e spartano tipico di Formentera . Anzi un posto per vacanze da randagi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *