Home » Eventi » Formentera Live Tour 2014

Formentera Live Tour 2014

Quest’anno sono finite le copie di Formentera non esiste, rimangono solo in spagnolo o in formato ebook. Ho così pensato, di buttarmi in un progetto folle, per dare a tutti la possibilità di conoscere meglio quest’isola meravigliosa: fare degli itinerari a Formentera per raccontare le storie più interessanti contenute nel libro e trasmettere dal vivo tutto quello che ho imparato il quindici anni di Formentera. È nato così il FORMENTERA NON ESISTE LIVE.

Pedrera-alto
Pedrera-alto

Si tratta di 2 itinerari (in alcuni periodi dell’estate 2014), uno al mattino e uno la sera, che prevedono solo un piccolo spostamento in moto o auto, e un aperitivo “faidate” su alcuni degli scorci a mio avviso più suggestivi dell’isola.

FNE LIVE – Itinerario MATTINA Hierbas, Es Calò, gastronomia, misteri e leggende, il cammino romano, la storia dell’isola, la Mola, Calo des Morts, Mayoral e altri racconti generici contenuti nel libro Formentera non esiste.

Resteremo un po’ nel porticciolo di Es Calò, davanti a un mare turchese limpidissimo, per scoprire le storie legate a questo posto. Ci sposteremo poi verso la Mola (1 minuto di motorino) fino al cammino romano.

vista da Es Calò
vista da Es Calò

Saliremo un po’, fino a raggiungere uno scorcio unico dall’alto dell’isola. Poi, sempre con i motorini raggiungeremo Migjorn e andremo a piedi a Cala des Mort, una spiaggetta incantevole dove chi vorrà potrà fare il bagno.

la caletta alla fine di migjorn
la caletta alla fine di migjorn
FNE LIVE – Itinerario SERA Formentera hippy, la Posidonia, la musica nelle grotte, le piscine naturali, le saline, il vino, la pietra marés, Beni Trutmann e altri racconti generici contenuti nel libro Formentera non esiste.
savina, albero diffuso nelle Baleari
savina, albero diffuso nelle Baleari

Percorreremo un pezzo di strada insieme, per poi parcheggiare nei pressi di Can Marroig. Inizierete ad ascoltare le storie dell’isola ai tempi degli hippy, anche attraverso musiche spagnole ad esse legate e, nello stesso tempo, conoscerete tutta l’importanza della Posidonia; saprete distinguere una casa in stile formenterese da quello ibizenco e capirete come mai Formentera in certi tratti è “tagliata”.

scoglio bucato
scoglio bucato

Ci fermeremo a Sa Pedrera per ammirare un angolo nascosto e poi, verso Cala Saona, passando per un cammino interno,  aspetteremo il tramonto.

veduta dall'alto dell'isola
veduta dall’alto dell’isola

Questa iniziativa non solo mi auguro che possa essere utile a chi va in vacanza a Formentera per la prima volta e vuole conoscerla un po’ meglio, ma anche a chi già c’è stato e vuole avere nuovi consigli su come viverla in modi sempre più emozionanti: a cavallo, in kayak, con le streghe…

Per me, è un modo per continuare a condividere e a trasmettere il meglio dell’isola, nel rispetto dell’ambiente e a favore di un turismo consapevole (leggi cosa ho fatto fino a oggi).

PRENOTA IL TUO ITINERARIO.

 

 

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Formentera Ladies torna a settembre

4ª EDIZIONE [Vacanza esperienziale per il risveglio delle energie femminili] Prendete un circolo di donne e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *