Home » Formentera diversa » Ecco cosa rende unica Es Caló

Ecco cosa rende unica Es Caló

Piccolo, pittoresco, azzurro e commovente. Ecco il riassunto di Es Caló. Questo ex porto, il primo di Formentera, non è niente più che un gruppo di casette, alberghetti e ristorantini. Anche se non c’è un accesso al mare comodo (a parte la piccola Ses Platgetes), è impossibile non tuffarsi perché il turchese è talmente intenso che viene voglia di toccarlo.

formentera-turchese

A Es Caló ci si viene per stare lontani da tutto e da tutti. L’aria è frizzante perché la salsedine e i colori non hanno vie di mezzo in questo crocevia di energie, in questo mescolarsi della vita della Formentera “a valle” con il tratto di strada che inizia a salire per La Mola, e che si ricongiunge al Cammino di Sa Pujada (detto “romano”, anche se romano non è), da cui è possibile vedere scorci stupendi.

sa-pujada-baleari

La brezza di quest’angolo incantato fece da musa alla scrittrice catalana Montserrat Roig: seduta davanti a questo mare compose il romanzo L’hora violeta; una targa sul muro ricorda il suo passaggio a Formentera. Ma non è l’unica storia importante di Es Caló.

mare-turchese-formentera

Guardando quel che resta del porto, si possono immaginare i pescatori che un tempo uscivano con i loro llauts (piccole imbarcazioni) – anche quando erano le stesse onde a sconsigliarlo. Proprio nel 2015 c’è stato qui un terribile naufragio – o si può ricordare lo hierbas, il noto liquore delle Baleari, detto ibizenco, ma nato su quest’isola. Fu proprio la famiglia Marì Mayans, che al tempo lo produceva, a chiedere l’apertura di un porto attrezzato per poterlo commercializzare con la vicina Ibiza (dove infatti si trova oggi la distilleria che produce hierbas in quantità industriali).

hierbas-ibizenca

Il nome intero del paese è Es Caló de Sant Agustí, riferito a un convento di agostiniani del 1300, che non esiste più. E se, come diceva il citato santo, l’uomo è ciò che ama, chi ama Es Caló è come il mare. In senso assoluto e baudelairiano.

mare-es-calo

D’estate una delle Flower Power si svolge proprio qui, nell’unico spiazzo disponibile, dove c’è anche un negoziato di moda adlib, quella tipica di Ibiza e Formentera, con vestiti di cotone bianco morbidissimo.

es-calo-mare

E adesso ditemi: si può non amare Es Caló?

Vuoi visitare a Es Calo’ con l’autrice di questo blog? Partecipa alla Formentera non esiste week 2016 (21-28 maggio, info a stefania@formenteranonesiste.com).

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Posti TOP a Formentera

La risposta è: ovunque. Tanto, sempre in Paradiso vi sentirete. Però, se dovessi proprio fare …

2 commenti

  1. Salve Signora Stefania , aspetto sempre con molta trepidazione i suoi articoli sull ‘ Isola perche’ ci permettono di fare ogni volta un nuovo tuffo in quel mare cristallino e di arricchirci di particolari da scoprire poi personalmente durante le nostre visite. Grazie perché tramite lei abbiamo sempre una finestra aperta su Formentera con panorami inediti e profumati che possiamo assaporare anche a km di distanza , certi che presto saremo ancora una volta lì. …immersi in mille sfumature di blu…..Cordialmente , Ombretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *