Home » Artisti » [STORIE] Scie di Luce a Es Cap

[STORIE] Scie di Luce a Es Cap

Sono tante le persone che possono confermare quanto Formentera sia un’isola speciale, dove accadono cose che voi umani… Ora non voglio affermare che sia a tutti i costi un’isola magica, ma le cosiddette “sincronicità” sono davvero tante e si ripetono in continuazione, come se i fili di una tela venissero tutti prima o poi sistemati e ordinati secondo uno schema preciso.

Per questo voglio raccontare una cosa che mi è accaduta qualche anno fa. Era il 2011 e in quel periodo frequentavo l’isola da sola. Passavo le ore sotto il faro di Cap de Barbaria, perché lì mi sentivo in pace con la vita, che in quel periodo mi dava molti da pensare; e di certo non era proprio in linea con quello che avevo sempre desiderato. Ci andavo a ogni ora e una volta a mezzogiorno, scattai questa foto (all’epoca utilizzavo ancora una macchina fotografica digitale).

Quando tornai in Italia scaricai le foto sul computer e vidi questa striscia. Pensai a un capello che si era frapposto tra l’obiettivo e l’esterno, ma poi molti amici fotografi mi dissero che era qualcosa di strano e che un riflesso così era abbastanza raro. Non diedi troppo peso alla cosa.

Qualche mese dopo, tornai a Formentera e andai dalle mie adorate parrucchiere del Parallelo 38 (ora le trovate davanti al Fonda Plate, prima erano nell’odierno ristorante S’Abeurada) ed ero in attesa del mio turno quando mi si avvicina un signore e mi chiede se sono Stefania Campanella. È così che conobbi Carlo e sua moglie Lorella. Mi avevano riconosciuta grazie alla foto in ultima copertina del mio libro formentera non esiste, che avevano letto e regalato a molti amici.

Innamorati anche loro dell’isola, hanno una casa meravigliosa (se la meritano) e vengono spesso. Carlo ha la passione della fotografia e senza sapere del mio curioso scatto della scia a un certo punto mi disse “Sai mi piacerebbe raccontarti di quando ho fotografato le scie bianche vicino a Cap de Barbaria”. Ma come??? Pure tu!

Così restammo in contatto, Carlo mi inviò la sua foto delle scie bianche, scattata all’interno in questo caso, nella casa di un suo amico. Carlo fu anche uno degli artisti che coinvolsi nella mostra al Centro Gabrielet di Formentera FOTO BLU. Bellissime immagini di una Formentera essenziale e intensa (qui un video terribile, ma le foto di Carlo si vedono).

Foto dal Mirador

Al tempo, c’era l’associazione Formentera Filo Blu e per continuare sulla “scia” delle coincidenze, scopersi che Carlo Giordani ha una cantina di vini in veneto, il Filo delle Vigne. Tutti fili che si sistemano…

Peraltro, i suoi vini, come dice lui, tanto è il suo amore per l’isola che sanno anche di Formentera (per approfondimenti sul vino, potete leggere il mio articolo qui).

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Artisti della isla

La piazza di San Francesc, la capitale di Formentera, è un luogo materno. Ci si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *