Home » Senza categoria » I miei ristoranti TOP

I miei ristoranti TOP

La scorsa estate scoppiò una polemica sul gruppo di “Formentera non esiste” (Facebook) perché pubblicai la foto di una paella che stavo mangiando a Mallorca: era ricoperta di pesce e molluschi e avevo lo stesso prezzo di quella che mangereste a Formentera, ma con molto meno pesce… Questo per farvi sapere la prima cosa importante prima di andare al ristorante a Formentera: I PREZZI non sono a buon mercato. Ma d’altronde, perché dovrebbero? Molti ristoranti offrono una vista incantevole e unica, a pochi metri da un mare splendido e turchese, e poi, a detta degli operatori del settore, far arrivare a Formentera la materia prima COSTA. E questo giustifica i prezzi più alti (secondo me, un po’ sono più alti solo perché a Formentera tutto costa e un po’ è plausibile la questione del costo delle materie prime). Fatta questa premessa, mi piacerebbe raccontarvi alcuni locali che difficilmente mi deludono:

VOGAMARI: già solo per la simpatia dei proprietari, mi piace tornarci. Terrazza sul mare, paella o fideua senza soffritto di maiale (a Formentera, spesso anche in piatti di pesce mettono il maiale nel soffritto, per dare più sapore… Io non mangiando carne, chiedo sempre. Fatelo anche voi se non volete correre questo rischio).

Paella del Vogamari

INTEGRAL: terrazzina intima a Es Pujols, il vero vegetariano/vegano gourmet! Provare per credere. La maionese vegana è da sballo, ma anche tutti i piatti che vengono proposti non deluderanno neanche i più scettici.

BOCA SALINA: per una cena romantica, a due metri dal mare… ho provato tapas gourmet e una buonissima paella de marisco. Il proprietario è un italiano in gamba. Sempre di un connazionale, il CAFÈ DEL LAGO, alla Savina, con la sala all’aperto sul tramonto e un menu che soddisfa sia chi ha voglia di pizza, sia chi cerca un baccalà sopraffino.

Terrazza del Café del Lago

S’AUBERADA: per i miei gusti, il numero uno. Non aggiungo altro.

SOL Y LUNA: per tutta la cucina spagnola, tapas strepitose e autentiche, come i calamari alla romana, gambas a ajillo e altre prelibatezze. Il proprietario, Juaquín, è di Siviglia e ama il suo lavoro e questo è un ingrediente importante e prezioso.

Gambas ajillo Sol Y Luna

E per finire… tutti al Sa Panxa a mangiare la xexia, la farina integrale di Ibiza, grano antico, con cui si preparano pizze leggere e gustose, ma anche tante altre portate divertenti e sfiziose (e soprattutto un’atmosfera friendly e rilassante allo stesso tempo).

Chipirones slurp!

Presto vi svelerò i miei “aperitivi” preferiti, ma tornando ai ristoranti, ce ne sono di ottimi che non troverete in questa lista, ma che meritano. Questi sono solo quelli in cui io, da turista diciamo esperta dell’isola, mi sono trovata sempre bene, ma attendo vostri commenti per conoscere le vostre esperienze. Ora però, HO FAME!

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Che rumore fa la felicità

La luce. E poi la notte. È proprio nel momento in cui si pensa di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *