Home » formentera autentica » C’era una volta Formentera

C’era una volta Formentera

E per fortuna c’è ancora… ma è interessante conoscere le vicende passate che la hanno riguardata, perché come sempre, spiegano tante cose del presente…

L’isola era già abitata durante l’età del bronzo, già tre millenni a.C., ne sono testimonianze Ca na Costa, il sito archeologico che ancora oggi si può vedere nei pressi di Es Pujols, segnalato da un cartello rosa che indica “sito di interesse storico”

Un punto importante nella storia di Formentera è rappresentato dall’arrivo dei romani, nel II secolo a.C, che le diedero il nome di “frumentaria” l’isola del grano. Dopo varie invasioni da parte dei pirati, arrivarono i musulmani che costruirono un “impianto idrico”, fondamentale per la coltivazione e l’allevamento. Ma fu nel 1285 d.C che Portogallo e Terragona si ripresero le Pitiüse, e le dominarono fino all’arrivo della peste, a metà del 1300, che comportò l’abbandono di queste terre da parte della popolazione, tanto che Formentera rimase disabitata fino agli inizi del 1700, quando si cominciarono a costruire torri difensive e chiese, per spingere le persone a ripopolarla.

A partire dagli anni ’50, il turismo cambiò irreversibilmente l’economia dell’isola, che  in pochi anni divenne la prima risorsa finanziaria di tutti gli abitanti. Ma qualcuno lo aveva già capito nei primi del secolo: il signor Marroig (oggi la sua casa è stata trasformata in un museo naturale) aprì l’IFA, la prima struttura simile a un albergo di Formentera.

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

Ottobre a Formentera

Uno dei mesi che vorrei passare interamente sull’isola, piena di appuntamenti, con la possibilità di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *