Altre dritte per mangiare bene a Formentera

 

C’è chi dice che a Formentera si mangi malissimo e che sia anche caro. Di sicuro, chi non è soddisfatto dei ristoranti di Formentera significa che suo malgrado è finito nei posti sbagliati.

Ve ne do subito la prova: pranzo per 2 davanti a un panorama mozzafiato (il mare di Migjorn), con vino fresco di buona qualità (un verdejo, vitigno spagnolo), alioli (salsina accompagnata da olive da mangiare sul pane), Fideua de marisco (una variante della paella con spaghettini tipici, chiamati fideos, al posto del riso e poi cotta con molluschi e crostacei), hierbas con ghiaccio per finire in bellezza… 33 euro a testa. È tanto? A me sembra una meraviglia.

A questo punto vorrete sapere dove. Ve lo dico subito: al Vogamari, ristorante sulla spiaggia di Migjorn, trovate le indicazioni sulla strada grande che porta alla Mola.

Il Vogamari è un ristorante sul mare, dal 2012 nelle mani di Toni Mayans, che da 25 anni si distingue a Formentera per la bontà della sua cucina, soprattutto quella tipica dell’isola. 

A me la fidea è piaciuta talmente tanto, che ho chiesto allo chef come si prepara per rifarla in Italia e mi ha svelato uno dei segreti: la ñora, un tipo di peperone che qui non ho mai visto. Lo ho comprato al supermercato di Sant Ferran e già ne ho sperimentato l’efficacia.

Altre esperienze piacevoli sono state: la scoperta della nuova carta del Sa Sequi, ristorante frequentato da Chris Rea negli anni 80 (avete visto tutti dove è girato il video di On the beach vero???), da cui si vede Es Vedrà…

La pizza (ma non solo) dei Quartieri Spagnoli, napoletana al 100%; la carbonara “elegante” del Gioviale (io preferisco mangiare spagnolo a Formentera, però se dovesse prendermi voglia di pasta, la mangerei qui); la maionese vegana delle patatas bravas dell’Integral (ristorante vegetariano a Es Pujols).

Confermo Sa Plageta tra i ristoranti da non perdere. Mi sarebbe piaciuto provare: A mi manera, il Florit al Lago Dorado e un’altra chicca della Mola.

PROSSIMA VOLTA!

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Leggi anche

I miei ristoranti TOP

Come ogni estate, torno a parlare dei ristoranti di Formentera, quelli per me più consigliati …

Un commento

  1. Ciao!!
    Grazie mille per gli utili consigli che dai su Formentera!!!
    Oggi abbiamo mangiato al Sa Platgeta e devo dire che è stata veramente un esperienza!!!
    L ambiente semplice, la vista sul mare e la gentilezza del personale lo rendono veramente una tappa obbligata!! E la paella è buonissima a un prezzo decisamente ragionevole!!
    Di nuovo grazie
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *