Formentera in un giorno

di Francesca Pilla

Molti turisti in vacanza a Ibiza non perdono l’occasione per trascorre una giornata a Formentera, una delle più belle isole delle Baleari che si trova a soli 30 minuti di traghetto da Ibiza. 

Viste le dimensioni ridotte dell’isola, scoprire Formentera in un solo giorno è possibile e non avrete difficoltà a visitare (quasi) tutti i punti più famosi e caratteristici. Ecco alcuni consigli per godere appieno della vostra giornata sull’isola magica.  

Arrivare al Porto La Savina

Ibiza e Formentera durante la stagione estiva sono collegate da traghetti molto frequenti, a partire dalle 6:30 fino alle 22:30. 

Le principali compagnie che servono questa tratta sono Balearia, Mediterranea Pitiusa e Trasmapi, per un approfondimento su come raggiungere Formentera vi rimando a questo articolo 

Una volta arrivati al porto vi consiglio di noleggiare uno scooter o una bicicletta per muovervi in autonomia e cercare di sfruttare al meglio le vostre ore sull’isola. 

In alternativa potete affidarvi ai bus urbani  o al servizio di taxi

Ecco cosa fare e cosa vedere

Pronti per scoprire Formentera in un giorno? A seguire trovate i nostri consigli per non perdervi il meglio, anche se il tempo è poco.

Mattinata a Illetes e Llevant

La prima tappa obbligata per chi viene a Formentera è la meravigliosa spiaggia di Ses Illetes. Vi consiglio di andarci non appena arrivati, per godere delle ore in cui è meno frequentata. 

La spiaggia si trova all’interno del parco naturale di Ses Salines di Ibiza e Formentera, poco distante dal porto, e se siete in motorino per accedervi vi verrà richiesto un pedaggio di 2€ (4€ se siete in auto), mentre l’ingresso a piedi o in bicicletta è gratuito. 

Quando la Illetes comincerà ad affollarsi potrete agilmente spostarvi verso Llevant, un’altra meravigliosa spiaggia di sabbia molto lunga che si trova a poche decine di metri da Ses Illetes, sul versante opposto.

Almuerzo (spuntino) a Sant Francesc

disegno di Feliu Renom

Intorno alle 11:30 è un’abitudine di tutti gli spagnoli interrompere l’attività lavorativa per uno spuntino chiamato almuerzo, e gli abitanti di Formentera non fanno eccezione. 

Per gustarne uno autentico in un contesto suggestivo vi consiglio di spostarvi verso il pueblo di Sant Francesc, capoluogo dell’isola.

Una volta arrivati lasciate lo scooter e dirigervi a piedi verso il centro dove potrete ammirare l’affascinante Chiesa di San Francisco, risalente al XVIII secolo, e sedervi in uno dei caffè che affacciano sulla piazzetta. 

Sul lato opposto della chiesa è presente l’ufficio turistico, dove troverete le mappe gratuite dell’isola di Formentera.

Dopo l’almuerzo approfittatene per perdervi tra le vie del piccolo centro, ammirare le cascate di bouganville rosa che si stagliano sui tipici edifici bianchi e per fare qualche acquisto in una delle bancarelle di artigianato presenti tutti i giorni fino alle 14:30.

Es Calò de Sant Agustì e Ses Platgetes

Da Sant Francesc proseguite la vostra giornata a Formentera dirigendovi verso sud, alla volta di Es Calò de Sant Agustì, piccolo villaggio di pescatori a ridosso del quale sono presenti tre calette chiamate Ses Platgetes, tra le spiagge più belle di Formentera.

Per raggiungerle, dall’ampio parcheggio di Es Calò andate verso sinistra costeggiando i varaderos, tipiche costruzioni in legno per il rimessaggio delle imbarcazioni, e raggiungete Ses Platgetes dalla passerella di legno. 

Resterete incantati dalla visione che si aprirà al vostro sguardo: mare di un turchese accecante, sabbia bianchissima e scogli tutto attorno.

A Es Calò sono presenti anche alcuni dei migliori (e più costosi) ristoranti di Formentera, se preferite un pranzo meno impegnativo potete optare per una piccola spesa in uno dei due minimarket presenti nel pueblo o per una sosta nell’unico bar, che gode di una vista straordinaria.

Faro della Mola

Prima di ripartire alla volta della spiaggia vi consiglio di arricchire la vostra giornata a Formentera con una visita al faro della Mola.

Da Es Calò proseguite in direzione sud per circa 15 minuti. 

Percorrendo la strada in salita per raggiungere il faro, che si trova a 140 metri sul livello del mare, avrete modo di godere di alcuni degli scorci più belli di Formentera, in particolare nel punto chiamato El Mirador (è presente anche un ristorante con lo stesso nome, non ci si può sbagliare) dal quale è possibile ammirare tutta l’isola in un solo colpo d’occhio.

Continuando a salire, una volta raggiunto il pueblo della Mola proseguite ancora e sarete arrivati al faro. La vista da questo luogo è emozionante e quasi spaventosa: mare a perdita d’occhio, rocce a strapiombo e natura brulla attorno. 

Se la giornata è particolarmente tersa, in lontananza è possibile vedere addirittura la costa di Maiorca. 

Pomeriggio e aperitivo a Migjorn

In una giornata a Formentera è d’obbligo fare tappa a Migjorn, la spiaggia più lunga di Formentera e forse anche quella che rappresenta meglio la natura dell’isola.

Partendo dalla Mola tornate verso Es Calò e proseguite per poche centinaia di metri fino allo svincolo di Es Arenal. Si tratta del il punto più a sud di Migjorn, vi consiglio di partire da lì alla scoperta di questi meravigliosi 8 chilometri di costa, che alterna spiagge di sabbia sottile a piccole calette rocciose, fino a trovare la “vostra” Migjorn.

Mijorn si trova sul versante ovest dell’isola, e questo la rende particolarmente suggestiva al tramonto, quindi non perdete l’occasione per prendere un aperitivo in uno dei tanti chiringuitos sulla spiaggia, ammirando come cambiano i colori del mare man mano che il sole si sposta.

Cena a Es Pujol o San Ferran

Prima di ripartire concedetevi una cena a Formentera. Se siete in vena di movida e cercate un ambiente vivace spostatevi verso Es Pujol, dove l’offerta di bar e ristoranti non manca e avrete solo l’imbarazzo della scelta. 

In alternativa vi consiglio di visitare la piccola San Ferran, dove sono comunque presenti diversi ristoranti ma l’atmosfera è più rilassata e in linea con lo spirito di Formentera. 

Inoltre lungo la via principale di San Ferran tutte le sere (eccetto il mercoledì e la domenica) è presente il mercatino dell’arte e dell’artigianato e spesso nella piazzetta antistante la chiesa si tengono esibizioni di artisti e musica dal vivo.   

Ringrazio Francesca per questo articolo ricco e utile e consiglio a tutti di seguirlo se avete solo una giornata a disposizione sull’isola. Concludo con una mia riflessione:

Ora potete tornare alla Savina per il rientro, ma vogliamo concludere con una nostra considerazione: il turismo mordi e fuggi è quello meno indicato per un’isola fragile e piccola come Formentera, quindi potendo scegliere, evitate gite di un solo giorno e fermatevi almeno 2 notti (anche perché per quanto piccola, Formentera è una sorpresa dopo l’altra, ogni giorno, per sempre).

Stefania

Circa Stefania Campanella

Scrittrice di libri di viaggio a Formentera (ma non solo), grande conoscitrice dell'isola e fondatrice di Formentera Filo Blu, un'associazione no profit per promuovere l'isola più autentica. Copywriter e Content Manager come professione, amante del vino e della buone "onde" nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *