Cosa fare a Formentera almeno una volta

Anche se al momento sarebbe già sufficiente poterci rimettere piede, ecco un nuovo articolo di Francesca Pilla che ci racconta cosa fare a Formentera di imperdibile…

L’isola che non esiste ha mille personalità e le cose da fare a Formentera non finiscono mai, perché è un’esperienza, non solo un luogo.

Ecco le cose da provare a Formentera almeno una volta per conoscere meglio quest’isola speciale.

Tips Top

E allora ecco qui l’elenco delle cose più tipiche o imperdibili da fare a Formentera.

Alba al Faro della Mola

cosa fare a formentera

Tutti noi che amiamo Formentera abbiamo il nostro punto debole, il luogo che ancora dopo anni ci fa commuovere ed emozionare.

Il mio è il faro della Mola, come ho avuto modo di raccontare qualche anno fa in questo articolo. 

Tra le cose da fare a Formentera almeno una volta c’è provare l’emozione di raggiungere la Mola prima dell’alba, quando intorno è ancora buio e in lontananza si vede solo il bagliore del faro.

Iniziare una giornata aspettano che il sole poco a poco coi suoi raggi illumini il mare, la scogliera e i campi tutto attorno è sicuramente uno dei regali da farsi almeno una volta nella vita.

Visita guidata alle cantine Terramoll

vini di formentera

La cantina Terramoll è uno dei due produttori di vini autoctoni di Formentera e i suoi vigneti si estendono per diversi ettari nel territorio attorno al Pilar de la Mola.

Anche a chi non fosse un grande appassionato di vino consiglio di aggiungere alla lista di cose da fare a Formentera l’esperienza della visita guidata alle cantine: un’occasione unica per scoprire curiosità legate al territorio, all’architettura del paesaggio e alla storia dell’isola.

Formentera d’inverno

Cosa vedere a Formentera se si è già visto tutto? Un’altra Formentera.

Le Baleari godono di un clima mite tutto l’anno e perfino in pieno inverno le temperature massime si aggirano intorno ai 20 gradi, quindi anche fuori stagione non mancano le cose da fare a Formentera, soprattutto se si cerca un’esperienza sincera.

D’inverno una delle cose più affascinanti da vedere a Formentera è come cambia il paesaggio.

Spesso le mareggiate fanno sì che alcuni pezzi di costa restino sommersi e che le maree, che cambiano con ritmi diversi rispetto all’estate, rendano quasi irriconoscibili i panorami che d’estate sono così familiari. 

In questo periodo l’isola torna alla sua calma di paese e gli abitanti si riappropriano di Formentera, delle spiagge e delle piazze. Nei pochi bar e ristoranti che rimangono aperti anche durante l’inverno si incontrano solo i residenti e finalmente tra i tavoli l’idioma più parlato torna ad essere il catalano (o meglio, il formenterenc). 

ll periodo più suggestivo per visitare Formentera d’inverno è tra fine dicembre e l’inizio di gennaio, quando hanno luogo le celebrazioni rituali per le feste e i paesi rimasti attivi sono illuminati dalle decorazioni natalizie.

Tra le cose da vedere a Formentera nel periodo di Natale c’è anche l’imperdibile Cabalgata de Los Reyes Magos (letteralmente cavalcata dei Re Magi), una tradizione molto sentita di Formentera che vede i Re Magi arrivare in barca al porto La Savina e percorrere in carrozza la strada principale per raggiungere San Francesc, San Ferran e La Mola, regalando doni e caramelle ai più piccoli.

I piatti tipici di Formentera

piatto tipico formentera

Avete mai notato che nei supermercati di Formentera si vendono dei sacchetti di pane raffermo a tocchi? Si tratta dal pan sec (pane secco, appunto) che è uno degli ingredienti principali dell’insalata payesa, un piatto contadino tipico dell’isola.

Assaggiare quest’insalata a base di pane, peix sec, (pesce secco) e ortaggi è sicuramente una delle cose da fare a Formentera, così come non potete perdervi la greixonera, dolce realizzato con le ensaimadas del giorno precedente, il flaó, torta a base di formaggio e menta, e il sofrito payés, uno spezzatino di carne e legumi tipico dei giorni di festa.

Una partita del SD Formentera 

Gli abitanti dell’isola sono molto orgogliosi della loro squadra di calcio, la Sociedat Deportiva Formentera (SD Formentera), e non perdono occasione di andare allo stadio di San Francesc per dimostrare tutto il loro appoggio.

La società sportiva, che milita in tercera division (la nostra serie D), è attiva dal 1971 e negli anni ha regalato ai suoi tifosi grandi soddisfazioni, come quando nella stagione 2016-2017 è riuscita a volare fino a Siviglia per incontrare ai sedicesimi di finale di Coppa del Re il Sevilla Fùtbol Club.

Anche se non siete appassionati di calcio, riuscire a vedere di persona una partita dell’SD Formentera è sicuramente uno dei modi più divertenti per conoscere meglio l’isola e cercare di capirne il tessuto sociale.

Cova Foradada

grotta-formentera

La Cova Foradada (grotta forata) si trova a pochi metri dal faro di Cap de Barbaria, e sicuramente è uno dei luoghi dove andare a Formentera almeno una volta. 

L’accesso a questa piccola grotta è molto semplice: tramite una scala a pioli si scende all’interno della roccia e, dopo pochi passi, davanti al vostro sguardo si aprirà una finestra con una vista spettacolare a strapiombo sul mare.     

Se volete approfittarne per fermarvi a guardare il tramonto da Cap de Barbaria, altra esperienza imperdibile, ricordate di portare con voi una torcia, da qualche anno il parcheggio è stato spostato a circa 3 chilometri dal faro e lungo il cammino non è presente alcun tipo di illuminazione. 

San Ferran a fine mercato

Il dopocena a San Ferran è una delle tappe obbligate per tutti gli amanti dell’isola, il luogo perfetto dove andare a Formentera se si cerca un’atmosfera rilassata.

Solitamente la serata si chiude quando gli spettacoli in piazza sono finiti e le bancarelle del mercatino cominciano a smobilitarsi, ma provate ad attardarvi con gli artisti e gli artigiani, tra chitarre e balli improvvisati scoprirete che la festa comincia proprio in quel momento. 

Circa Stefania Campanella

Leggi anche

saline formentera

Salviamo le saline di Formentera

Le saline di Formentera sono in pericolo? Traduzione più o meno libera dell’articolo uscito sul …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *